1. Ilene

NOVELLE SUICIDE

Una storia, corta o lunga che sia, una storia a settimana fino alla fine dell’anno. Una raccolta dal titolo cupo, ma che ben descrive certe scelte che ogni giorno, più o meno consapevolmente, prendiamo e le loro conseguenze, da cui spesso è difficile venire fuori indenni.

nevetettomansarda

Ilene Bagni

I-L-E-N-E.Ilene, mi chiamo Ilene. Va bene, non sarà un nome fra i più comuni, ma non è aramaico, è italiano: I-L-E-N-E. Invece lui continuava a chiamarmi Irene, che sarà pure simile, avrà, per carità, un po’ di assonanza, ma non è Ilene.

Per San Valentino decisi che volevo farlo sul tetto. Volevo metterlo alla prova. Attesi la mezzanotte, faceva un freddo da consumarsi la pelle, quando le luci dei vicini si spensero, salimmo finalmente sul tetto. Nessuno si attendeva una sola parola. Nessuno voleva sentire quel suo alito di topo, né quella sua voce squillante da ebete sempre sveglio.

Dio santo se ci ripenso, non avevamo nemmeno iniziato e lui:

– IRE, ma non sarà un po’ pericoloso?

Non dissi niente, lo spinsi forte, la neve e il tetto fecero il resto, poi un tonfo forte e solo allora, guardandolo dall’alto, gli urlai:

– I-L-E-N-E! I-L-E-N-E!

Ma non rispose.

 

Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: