Paul Karason: l’uomo blu

“ Come è essere blu? ”

“Dopo un po’ il blu ti annoia, non vedo l’ora di provare il verde.”

(Paul Karason, Today, Nbc)

635157323472019043

Paul Karason

E’ morto a Washington Paul Karason, l’uomo dalla pelle blu.

Era 1997 quando il signor Karason, per curare una brutta forma di dermatite da stress, aveva deciso di sottoporsi ad una cura artigianale a base di argento colloidale, un vecchio medicinale usato prima della scoperta della penicillina, vietato negli Usa dal 1999.

Passano gli anni, dieci per l’esattezza, la cura funziona, ma la pelle di Paul comincia a scurire fino a diventare blu, prima sulla testa, poi su tutto il corpo.

La malattia ha un nome: argiria dal greco: argento, proprio quello che Karason si è spalmato addosso per anni.

Siamo nel 2008, ma soprattutto siamo in America dove un uomo blu è un’occasione troppo ghiotta da lasciarsi scappare per lo show biz.

Così Karason rompe gli indugi e decide di mostrarsi, lo fa per la prima volta a Today un programma della Nbc, diventa ben presto un fenomeno, numerose sono le testate e le trasmissioni che vogliono intervistarlo, eppure in coincidenza con il successo arrivano una serie di sciagure.

In breve perde il lavoro, la casa e come se non bastasse dovette combattere con un tumore alla prostata fino al 26 settembre 2013 quando un infarto fissa a 62 anni il termine della sua vita.

La vita di Paul Karason è stata una vita abitata da pochi affetti, tanta solitudine e facce curiose, forse non è stata quella che sognava, ma non è stata inutile.

Nell’immaginario collettivo la diversità prende vita da quel concetto astratto che ci ostiniamo a definire normalità ed è per questo che non è mai così differente.

La morfologia aliena che abbiamo immaginato, che abbiamo messo in scena nei cinema, che abbiamo letto nei libri non è così lontana da ciò che siamo, se non fosse per quella pelle verde. Ecco perchè Paul non era un fenomeno da baraccone, ma era l’incarnazione delle nostre astrazioni, l’icona della diversità che abbiamo sempre immaginato e che adesso ci veniva sbattuta in tv.

La vita di Karason ci ha insegnato, riassumendola in sé e semplificandola per noi, cos’è la diversità, ci ha insegnato che non siamo solo bianchi, rosa, rossi, gialli e neri, ci ha insegnato che si può essere anche blu.

Una lezione più che attuale.

Edoardo Romagnoli

Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: